Premiati quattro artisti di urban art. Le loro opere verranno esposte a settembre nelle nuove pensiline degli autobus.
Soliera

Artline. Arte e design alle fermate dell’autobus

Artline è il progetto che il quartiere Soliera Centro ha proposto nel 2016 nell’ambito dell’iniziativa di partecipazione civica Ataldegmé, finanziata dai cittadini attraverso una raccolta fondi.

Ultima tappa del progetto è il concorso creativo lanciato ad aprile 2017 per scegliere quattro artisti, ciascuno dei quali realizzerà due opere d’arte urbana che a settembre saranno esposte nelle pensiline d’autobus per le vie della città.

Il bando, promosso dalla Fondazione Campori insieme al Comune di Soliera e in collaborazione con il gruppo di cittadini che ha ideato il progetto, si è concluso. La giuria, presieduta dall’urban artist Giorgio Bartocci, ha scelto e premiato tre artisti e ne ha selezionati altri otto, che sono stati sottoposti al giudizio del pubblico. Oltre 600 persone hanno espresso la propria preferenza – online e nello stand allestito a Soliera durante la 164° Fiera, tra il 23 e il 25 giugno – e il più votato si è aggiudicato il premio speciale “Ataldegmé”.

Le opere vincitrici sono pubblicate sul sito artline.fondazionecampori.it.

Il primo premio da 3.000 euro è stato assegnato ad Aris, urban artist di fama internazionale che lavora sotto pseudonimo. Il suo lavoro, virato nei colori dell’acciaio/argento e del blu, s’interroga sulla luce e l’effetto allucinatorio, prendendo ispirazione anche dal “Deserto dei tartari” di Buzzati.

Il secondo premio da 2.000 euro è stato vinto da Nicola Renzi, artista di rango internazionale che insegna tecniche pittoriche all’Accademia di Belle Arti di Perugia.

Il premio giovani  da 1.000 euro, riservato agli under 30, è andato a Edoardo Maestrelli, 29enne lombardo che si firma come “Solomostry”.

Quanto al premio Ataldegmé, da 1.000 euro, è andato alla torinese Elisa Baldissera, con due opere che omaggiano le eccellenze della cultura gastronomica del territorio: il tortellone e l’aceto balsamico.

Sabato 8 luglio, nell’ambito di Arti Vive Festival, Giorgio Bartocci – presidente della giuria del bando e autore dell’enorme telo che ha ricoperto la torre del Castello Campori durante il restauro post sisma – sarà a Soliera per condurre un workshop di street culture e arte urbana e proporre una nuova opera sul muro del Nuovo Cinema Teatro Italia . Alle 19.30 si terranno la premiazione dei vincitori di Artline e l’inaugurazione dell’opera.

Le iscrizioni al laboratorio sono ancora aperte.

Per informazioni: tel. 059.568580 / mail info@fondazionecampori.it / sito Arti Vive Festival